Art. 2 - Osservatori paritetici territoriali sull'industria metalmeccanica

Laddove non già costituiti, le associazioni territoriali imprenditoriali promuoveranno d'intesa con le analoghe istanze territoriali di FIM, FIOM e UILM, la costituzione di Osservatori congiunti che, con riferimento alla situazione riferita al settore metalmeccanico, considerata globalmente nel territorio interessato, svolgeranno i propri compiti approfondendo le seguenti aree tematiche.

  • Situazione economico-sociale dell’industria metalmeccanica;
  • Evoluzione della struttura organizzativa e produttiva dell’industria metalmeccanica;
  • Analisi e monitoraggio degli accordi aziendali sul Premio di risultato anche con riferimento a quanto previsto dagli Accordi Interconfederali in vigore; a tali fini le parti valuteranno congiuntamente la possibilità di iniziative di promozione, anche mediante la costituzione di un apposito gruppo di lavoro;
  • Analisi e monitoraggio degli accordi aziendali relativi alla prestazione lavorativa e alle condizioni di lavoro.

Gli osservatori si riuniranno di norma due volte all'anno (rispettivamente entro il 28 febbraio ed entro il 31 ottobre).

Le parti convengono che gli incontri degli osservatori paritetici congiunti avranno sede presso l'associazione territoriale imprenditoriale che fornirà i servizi di segreteria.

L'osservatorio nazionale avrà il compito di monitorare le attività degli osservatori territoriali e, nel caso di riscontrati ritardi nella costituzione o nell'avvio dell'attività, si attiverà al fine di rimuovere le eventuali condizioni ostative.

Comparto CCNL